post

A naso in aria [Le nez en l’air]

avec  Valerio Bongiorno, Sara Cicenia
texte et mise en scène  Riccardo Colombini
décor  Marco Muzzolon
costumes  Mirella Salvischiani
musique et effets sonores  Marco Pagani
animations vidéo  Sergio Menescardi
lumières  Matteo Crespi

avec le soutien de

next-laboratorio-delle-idee

Produit en résidence près de Residenza Artistica ILINXARIUM

“Ainsi, Marcovaldo s’aperçut qu’il marchait toujours le nez en l’air” (Italo Calvino)

La città… Che luogo strano, complicato! È fatta di suoni e odori, vive di gesti e pensieri, di chi ci abita e di chi è solo di passaggio.
Vive anche nei sogni la città. Di chi in città ci dorme o che la città la guarda di notte, quando tutto è fermo e silenzioso. O quasi.
Ma vive, la città, vive sempre, anche in attesa del nuovo sole, anche alla luce della luna. O, forse meglio, delle insegne pubblicitarie: luci che vanno e vengono tra le vette dell’enorme spazio metropolitano…
C’è un parco, un’isola verde in mezzo al cemento. Nel parco, una panchina.
Vi siedono un uomo e una donna, l’uno accanto all’altra per la prima volta. Si guardano, si osservano, fanno conoscenza. Finiscono per incontrarsi su quella panchina tutti i giorni, perché c’è molto da fare quando si sceglie di guardare la città con calma. Per provare a conoscerla, per provare ad “addomesticarla”.
Solo questione di tempo e presto si aprono scenari inediti, nello scorrere delle stagioni che scandisce il respiro della città. E si diventa capaci di andare oltre, di immaginare spazi nuovi e desiderati, incredibili luoghi della mente; per poi scoprire, non senza sorpresa, che queste città invisibili, in qualche forma, sono tutte proprio davanti a noi.


RENSEIGNEMENTS COMPLÉMENTAIRES
Âge conseillé: à partir de 8 ans
Techniques utilisées: théâtre d’acteur, animation vidéo
Durée: 60 min environ
Plateau minimum: 6 X 8 m
Charge électrique totale: 16 kV
Temps d’assemblage: 3 h environ
Temps de démontage: 1 h environ